Category: poesie


Read 

Un pò di luce in quella terrazza, come quando non sai se restare in una riga, o andare come quella meravigliosa pioggia, che non c’è nelle giornate più ricche. Dovevo dormire, tra quella mezza luna e quel rosso di “Red” però a guardare la luce, mi sorprese il dolore che sentono gli occhi di chi ha visto, viaggiato, e tace sulla bellezza.

  

A face on the way



It hits, a scream, without a sound

A face from nowhere

Black or white and frozen blue.

Blood? beneath

The void, the plane,

The scratch of her, the wind, the wrap,

The here…Where?

Here, I said!

Like a free destination plane.

Here, where?

Here,

Where a union begins..

Come la voce

Come la voce

si trasforma l’amore

più rude o più dolce, fino a cadere,

cambia come cambia la pelle

si veste di memoria, accoglie vento e luce

si spoglia di vigore,
emana pioggia o sorrisi

e per momenti ci rende noi stessi

come una voce che ci ricorda di vivere

Vecchio

“Disse che era vecchio;
La sua carta d’identità
lo dimostrava,
Però ebbe negli occhi un fuoco
che appartiene solo ai folli,
ai folli sventurati.
Mancò le sue proprie regole di gioco
e col suo odio
riversò la mia anima,
Per un bacio che non volle donare;
Colui che insegnava la gente a donare…”

Sighs*

Sacri sogni

“È così sacra la notte
che, accesa di sogni,
illumina i miei giorni..
Non avresti mai creduto
Che i miei sogni vedono
Oltre il tuo mantello..
Eppure, chissà,
per quale volontà
o fenomeno terrestre,
per quale dono
o per quale maledizione
Prima d’incontrarti,
Appari nei miei sogni.”

20130923-141854.jpg

The last time I cry you

It’s the last time I cry you,
Oh, the last time..
Beast.
I’ll let the sun see your face tonight.
Get out undressed from dissatisfaction,
Get out undressed from your silences,
And bring the rage you held inside
Bring all your lies
And your hypocrisy
Because that’s the last time
I cry you, beast.
The last time I cry you.

20130922-225111.jpg

Non ci sono storie

Non ci sono storie,

ci sono verità, giorni passati nell’oblio,

tra lettere scritte al vento e pagine sprecate,

nelle amicizie annegate come le voci, nel mare,

tra cuori che non battono neanche per la morte

ci sono mani che non capiscono il dolore dei schiaffi

e gente strana, sperduta. Quanta gente ho conosciuto!

Rimane un ricordo e un desiderio distante

quasi invisibile, quasi puro se non fosse per la sua esistenza.

Partirò. Si partirò.

Io, in queste notti mi rimuovo

e col sole partirò.

Ama

Arriveranno giorni

nei quali negheranno il tuo cuore,

diranno che non sai amare,

che non hai mai potuto tremare,

né sentire, né dare.

Arriverà tempo di freddo, ma tu,

abbraccia la primavera che tieni dentro

dimentica ciò che dicono

e continua ad amare sempre più forte.

Nulla è negato, nulla è nascosto

a un cuore che ama.

Protagonista

Chissà se resti a dipingere il mio naso

fino all’aurora, dolce meraviglia,

o cadi come metallo, sulle tenebre oscure

contro la mia pelle nuda e velenosa.

Chissà se rimane da me qualche senso

perché resti un ricordo perso nella nebbia

mentre vago, leggera, giocando con l’aria

pensando alla vita che lontano, non aspetta.

Eccomi che ricamo un pensiero con l’alba,

ti scrivo qualche riga e penso alla pioggia.

Non conosco la vita senza fuoco e legna,

né abbatto le strutture che conosce la mia terra

eppure mi ribello ad ogni forma di bellezza

per serbare nella mente la bellezza della veglia

e poiché non ritorna quello che ci lascia,

né noi ritorniamo sempre luce nell’ombra,

decisi di adornare la tua arte nascosta

protagonista del fuoco che brucia una vita!

Must

Devo continuare a negarti

o cadrai di nuovo in quell’inferno

chiamato insoddisfazione.

Devo continuare a farti creare,

a rifiutare il tuo finto amore

che nasconde dietro a emozioni ignote

l’incessabile desiderio di vedermi

nei tuoi abissi, sull’orlo dell’alba.