Io pensavo
che eri un deserto fatto di parole, sempre quasi mie.
Parole che tendono spesso al silenzio,
senza una mano,
senza un corpo
o degli occhi che uccidono
il sentimento con uno sguardo.
Allora appoggiavo la testa
su sogni incendiati,
estinti,
appena si accende la triste realtà
Riscoperta alla luce del giorno.

Advertisements