Poi arrivo in questo ospedale e in mezzo a quei padiglioni si lamenta un mezzo albero verde, in realtà, non parla. È stanco di lamentarsi, di essere l’unico a tirar su l’animo di questa gente malata e quei dottori vestiti in bianco, che investono lo spazio di pietra senza molti colori. È stanco di ripetere: “Guardate! Sono qui, alto e vi vedo! Se non mi chino è per voi! Se cresco ancora è per voi.”
Passo, come passa tutta la gente accanto, e lascio l’albero, simile ad un cedro libanese, solo di nuovo. Ma è lui, si, lui a farmi amare quel poco di natura, che ancora si conserva.

Advertisements